Timelapse e Dolly Zoom: tutorial in 3 minuti

Giovanni Centrella 23 febbraio 2016
0 people like this post

Volete girare un video in timelapse che si distingua da tutti? Ecco spiegata la tecnica del dolly zoom in pochi e semplici passi.

L’utilizzo del timelapse è sempre più diffuso e sta diventando quasi onnipresente sia nelle piccole che nelle grandi produzioni. Ma per ottenere un effetto dirompente non basta più inserire semplicemente un timelapse in un video, arricchirlo con nuove tecniche può essere la soluzione per distinguersi. Uno dei trucchi che si può usare per ottenere un effetto visivo meno monotono è quello del Dolly Zoom (anche noto come effetto vertigine o vertigo, dall’omonimo film di Hitchcock).

La tecnica si mette in pratica semplicemente cambiando lo zoom e spostando l’angolo dell’inquadratura ad ogni scatto del timlapse. Il risultato finale è quello di ottenere una “carrellata fluida” della scena che stiamo riprendendo. La differenza rispetto alla classica carrellata risiede sia nella dilatazione temporale data dal timelapse sia nel cambio di focale che attueremo.

Il fotografo e videomaker Eric Stemen ci mostra, nel suo video, tutti i passi indispensabili alla messa in opera di questa tecnica. Il tutorial spiega solo i passi strettamente indispensabili, evitando di eccedere in tecnicismi e lasciando a tutti la possibilità di far correre la fantasia durante l’applicazione della tecnica.

In questo video Stemen mostra una configurazione dell’attrezzatura articolata, utilizza anche un follow focus per gestire lo zoom ad ogni inquadratura. Ovviamente gli accorgimenti aggiuntivi non guastano ma è possibile realizzare questo tipo di timelapse anche con la sola fotocamera ed il cavalletto , armati di tanta tanta pazienza.

Se siete interessati alla configurazione completa che Stemen ha utilizzato durante la realizzazione di questi timelapse potrete trovarla nella descrizione del video cliccando qui.

Category: Tutorial
  • 0
  • 79
Giovanni Centrella

Leave your comment

20 − otto =